Terremoto, sospensione tasse in Abruzzo: il M5S chiede proroga al commissario Paola De Micheli

Si è tenuto il 16 maggio un incontro tra la delegazione dei parlamentari del Movimento 5 Stelle ed il Commissario Straordinario alla ricostruzione sisma, Paola De Micheli.

Tra le varie tematiche affrontate è stata posta dai pentastellati una forte attenzione sul problema della sospensione tasse che i cittadini dovranno restituire a partire dal 1° giugno 2018 come più volte denunciato da me e dal mio collega e Portavoce M5S della Provincia di Teramo Fabio Berardini.

All’incontro ha partecipato anche lo stesso onorevole Fabio Berardini in rappresentanza del territorio abruzzese, il quale ha chiesto al Commissario di intervenire con un decreto di urgenza per la proroga della sospensione almeno fino al 31/12/2018 e di introdurre un sistema di rateizzazione per la restituzione in almeno 60 rate.

Chiederemo in ogni caso al nuovo governo di intervenire in maniera definitiva sul tema anche con nuove misure di agevolazione anche con riferimento alla zona franco-urbana, qualora ci siano le coperture finanziarie, con la prossima legge di bilancio.

Commissione speciale riunita sul Def

Oggi è stata un’interessante giornata di audizioni con i sindacati e le associazioni di categoria sul Def. I temi discussi dalla burocrazia all’accesso al credito per le pmi e tanti altri problemi inerenti alla nostra economia.
L’Italia ha un grandissimo potenziale, liberiamo questo Paese dai freni che l’hanno bloccato negli ultimi 30 anni.
Insieme possiamo!

Terremoto 2016/17, allarme tasse per i cittadini del cratere

La Città Quotidiano, 1 maggio 2018

Il Movimento 5 Stelle continua a porre la massima attenzione sulla questione del terremoto che ha colpito anche l’Abruzzo tra il 2016 e il 2017 e, in particolare, sul tema urgente della restituzione delle tasse che coinvolge imprenditori e migliaia di cittadini della provincia di Teramo, che a partire da giugno 2018 dovranno iniziare a restituire il 100% delle somme sospese in appena 24 rate.

Come avevamo promesso in campagna elettorale ci siamo attivati fin da subito con spirito costruttivo e senza fare polemiche, sulle problematiche sisma 2016-2017 che riguardano i contribuenti residenti nell’area del cratere, insieme ai 5.000 sfollati di Teramo. Una situazione che rischia di dare il colpo di grazia ai 16 comuni della provincia.

Nelle scorse settimane, insieme al collega Fabio Berardini, abbiamo presentato una specifica interpellanza al Presidente del Consiglio e al MEF. Vogliamo fare in modo che Gentiloni prenda il prima possibile in considerazione una proroga del termine, fissato a giugno 2018, e un aumento del numero di rate previste per la restituzione delle imposte e dei contributi.

L’obiettivo è di evitare ulteriori ripercussioni negative sui processi di ripresa sociale ed economica delle zone terremotate. Dopo appena un anno e qualche mese dagli eventi sismici e in un contesto di generale depressione economica delle aree interne è difficile credere che le tante famiglie coinvolte siano in grado di sostenere il peso delle tasse correnti, da un lato, ed i pagamenti rateali dei sospesi, dall’altro. Auspichiamo che nelle prossime settimane il Governo emani un decreto per risolvere la problematica.

Al Vinitaly in visita allo stand Colline Teramane

Al salone internazionale di Verona a sostegno del nostro territorio e dei nostri produttori.  

Un panorama di ​eccellenze​ , ma anche un patrimonio ​unico ​ di storia e identità​ ​ che non ha niente da invidiare alle altre regioni. La produzione di vino costituisce oltre il 20% del comparto agroalimentare abruzzese e le imprese vitivinicole vanno sostenute anche attraverso il rilancio del turismo regionale e del brand Abruzzo insieme a politiche di sostegno all’internazionalizzazione.

Chiusura bancomat Pietracamela. Appello alle banche del territorio

Il Centro, 14 aprile 2018

Pietracamela: ho scritto agli istituti di credito del territorio dopo la chiusura prevista per il 7 maggio, dell’unico sportello bancomat attivo

La disattivazione dell’unico presidio ancora esistente in una località così strategica per il turismo montano della Provincia di Teramo, sia estivo che invernale, e la prospettiva della mancanza di un servizio essenziale, come quello del prelievo di contanti a svantaggio degli operatori, dei residenti e tanto più di turisti e visitatori, rappresenterebbe un enorme disagio e un ulteriore ostacolo alla ripresa economica delle aree interne, in modo particolare quelle più disastrate del cratere sismico.

Al fine di non aggravare ulteriormente il processo di spopolamento che sta colpendo la montagna, di evitare il danno di immagine in termini di promozione turistica che ne conseguirebbe, e con l’obiettivo primario di assicurare alla popolazione un sistema automatico per i servizi bancari, imprescindibile per lo svolgimento del vivere quotidiano, ho chiesto gli istituti bancari del territorio di valutare la possibilità di progettare, in accordo con le istituzioni competenti, l’installazione di uno sportello ATM – bancomat di propria gestione.

 

Tasse sisma 2016-2017: interpellanza al Governo

Come avevamo promesso in campagna elettorale ci siamo attivati fin da subito (con spirito costruttivo e senza fare polemiche) sulle problematiche sisma 2016-2017 con riguardo ai contribuenti dei comuni del cratere con la presentazione di una specifica interpellanza al Presidente del Consiglio ed al Ministro dell’economia e delle finanze.

Ecco il testo dell’interpellanza: INTERPELLANZA : 2/00009

Camera, Zennaro entra nella Commissione speciale. E’ l’unico parlamentare abruzzese

ROMA, 11 APR – Tra i 40 membri della Commissione speciale di Montecitorio designati oggi pomeriggio in aula c’è Antonio Zennaro, portavoce M5S alla Camera dei deputati.

“Un onore per me farne parte insieme agli altri 13 deputati del Movimento 5 Stelle” – dichiara Zennaro – “La Commissione riveste un ruolo molto importante, fino alla formazione del nuovo governo sarà il luogo in cui tutte le forze politiche potranno e dovranno confrontarsi nell’interesse unico dei cittadini per lo svolgimento dei provvedimenti urgenti varati dal governo sui quali il Parlamento non si è ancora pronunciato.”

Zennaro è l’unico parlamentare d’Abruzzo in commissione speciale alla Camera come al Senato, infatti, oltre a lui, nessun altro abruzzese è entrato a far parte dello stesso organo che è stato istituito a Palazzo Madama la settimana scorsa.

La commissione Speciale è un organismo temporaneo che sostituisce le commissioni permanenti e dovrà esaminare il DEF (Documento di Economia e Finanza), qualora il governo lo presenti, e una serie di provvedimenti urgenti.

5 Aprile 2018: Comunicato Stampa risolvere problema tasse sospese L’Aquila

(ANSA) – ROMA, 5 APR – “Bisogna avviare immediatamente tutte
le procedure necessarie per risolvere un problema che rischia di
creare gravi danni all’economia e all’occupazione abruzzesi. Per
questo abbiamo presentato un’interpellanza urgente al presidente
del Consiglio Gentiloni”: e’ quanto sostiene il senatore del
MoVimento 5 Stelle Primo Di Nicola a proposito della
restituzione delle tasse sospese dopo il terremoto del 6 aprile
2009 e ora richieste a centinaia di contribuenti dalla
Commissione europea. “Solo una iniziativa politica del governo
puo’ correttamente interloquire con le procedure mese in campo
dalla Commissione europea”, continua il senatore.
Nell’interpellanza, a prima firma dei senatori abruzzesi
Castaldi, Di Girolamo e Di Nicola, si affronta il problema dei
provvedimenti con i quali il governo ha sospeso e differito la
riscossione dei contributi per le imprese. Piu’ volte la
Commissione europea ha chiesto delucidazioni, dato che nel 2015
defini’ tali misure come aiuti di Stato, in quanto sarebbero
“misure selettive”. Decisione mai impugnata dai vari governi.
“Chiediamo che Palazzo Chigi si interessi finalmente della
questione bloccando prioritariamente le procedure di recupero
delle somme. Il governo ha tutti gli strumenti per intervenire
tempestivamente e in maniera efficace”, aggiunge il deputato del
Movimento 5 Stelle Antonio Zennaro. (ANSA).