Zennaro: Ricostruzione Post-Sisma Troppo Lenta

Intervista del 06 Gennaio 2020

Post sisma 2020, Zennaro: serve un nuovo commissario, occorre figura chiave

“Come Parlamento siamo intervenuti legislativamente più volte anche con il recente Decreto Ricostruzione, entrato in vigore lo scorso dicembre, ma sono ancora troppi pochi i cantieri partiti negli ultimi tre anni. Abbiamo lavorato molto sul lato della sburocratizzazione soprattutto con le ultimissime norme approvate, ora serve vigilare che vengano spese tutte le risorse stanziate e affinché la struttura commissariale svolga il proprio lavoro con il massimo dell’efficienza e della velocità. Nel 2019 si è perso troppo tempo per rendere operative, attraverso le ordinanze necessarie, norme già approvate dal Parlamento, causando forti rallentamenti, con responsabilità chiare e da individuare nella lentezza con cui la struttura commissariale ha recepito tali norme.” commenta Zennaro.

E sulla scadenza del termine ordinario del Commissario, dichiara – “Il mandato è scaduto il 31 dicembre ed è inevitabilmente che il Governo debba fare una seria riflessione sul lavoro svolto e sui risultati raggiunti, io ritengo che la chiave di svolta sia un cambio di passo con l’individuazione di un nuovo Commissario. Sulla questione sollevata in questi giorni, ovvero se puntare su un profilo totalmente politico piuttosto che tecnico, penso che questo possa essere secondario, rispetto a quello che deve essere un punto fermo, ovvero la garanzia di saper prendere decisioni e agire. Gli strumenti in gran parte ci sono, adesso serve che anche il Governo si impegni con obiettivi temporali chiari, su quanti cantieri debbano partire ed entro quali scadenze. Che gli sfollati abbiano dovuto passare il quarto Natale fuori casa è una vergogna nazionale ed ognuno deve fare la sua parte, fanno bene i Sindaci a manifestare il prossimo 15 gennaio per chiedere più attenzione da parte del Governo.”

“Che gli sfollati abbiano dovuto passare il quarto Natale fuori casa è una vergogna nazionale ed ognuno deve fare la sua parte “

Antonio Zennaro Deputato Commissione Bilancio e Finanze, membro del COPASIR

Per scaricare informazioni, notizie, approfondimenti sul Parlamento iscriviti al mio canale Telegram: https://t.me/antoniozennaro

Finanziaria, Zennaro (M5S): Sisma 2016, restituzione tasse sospese in dieci anni e proroga di altri sei mesi

“Un lungo lavoro ed ora tanta soddisfazione soprattutto per migliaia di cittadini terremotati teramani che potranno restituire le tasse sospese non più in due anni, come era previsto dalla finanziaria del Governo precedente targato PD, ma in 10 anni, spalmando quindi i contributi non versati a causa del sisma in 120 rate” – dichiara il deputato M5S Antonio Zennaro.

“Una battaglia vinta a difesa dei lavoratori, che ridurrà molto il peso sulle prossime buste paga, dando maggiore respiro alle famiglie e all’economia della montagna e delle aree interne” – continua Zennaro – “A ciò si aggiunge la proroga di altri 6 mesi, grazie a cui i cittadini cominceranno a pagare non più da gennaio, ma dal mese di giugno.”

E conclude – “Un importante pacchetto sul sisma è stato inserito nel maxi emendamento del governo approvato nella notte al senato, che include anche la proroga della zona franca urbana e la proroga dello stato di emergenza con ulteriori stanziamenti. Il risultato di un lungo lavoro che ho portato avanti duramente insieme agli altri parlamentari cinque stelle, spesso con il contrasto e la mancanza di fiducia dell’opposizione.”

La proposta, presentata nelle scorse settimane alla Camera dal deputato M5S Antonio Zennaro, è stata inserita nel maxiemendamento del Governo e approvata ieri sera al Senato con 167 voti, ed ora toccherà alla Camera il passaggio definitivo. La misura, che rientra nella legge di bilancio, permetterà ai lavoratori residenti nei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017, la restituzione in un massimo di 120 rate mensili i tributi non versati e sospesi a partire dal 1° giugno 2019